Come scegliere le piastrelle per il bagno

ceramiche lecco

Come scegliere le piastrelle per il bagno

Scegliere le piastrelle per il bagno può rivelarsi un’impresa davvero ardua. Sul mercato esistono rivestimenti di ogni forma, colore, dimensione e materiale e fare una selezione sembra quasi impossibile. Eppure le piastrelle giuste possono rivoluzionare il volto di una stanza da bagno, donandole quell’aspetto da centro benessere che abbiamo sempre sognato.

Ecco dunque qualche consiglio per aiutarvi nell’impresa

  • Dimensioni e colori

    La regola in questo caso è molto semplice: stanza grande piastrelle grandi, stanza piccola piastrelle piccole. Ma non è certo un diktat. Soprattutto negli ambienti più moderni le ceramiche di grandi dimensioni stanno prendendo sempre più piede perché le fughe più rade danno l’impressione di un ambiente più grande. Un’ottima idea è quella di mescolare diverse dimensioni di piastrelle nei vari ambienti del bagno: pavimenti, rivestimenti e box doccia. Meglio in questo caso optare per piastrelle coordinate con le stesse finiture seppure di diverse dimensioni. Le piastrelle di grandi dimensioni hanno generalmente colori tenui e neutri ma in molti casi si possono utilizzare per ottenere effetti materici interessanti come l’effetto pietra, legno o cemento. Anche se la tendenza del momento predilige sicuramente palette dai toni neutri un tocco di colore saprà dare il giusto carattere al vostro bagno, che rispecchierà così la vostra personalità proprio come il resto della casa. Nel nostro showroom troverete una vasta gamma di rivestimenti colorati, stampati e decorati da dosare sapientemente.

  • I materiali

    Le piastrelle sicuramente più utilizzate nei bagni sono quelle in gres porcellanato e in ceramica. Sono i materiali più comodi e con la manutenzione più bassa, nonché quelli più consolidati e disponibili in tantissime varianti di forme, colori e dimensioni. Ma esistono sul mercato anche bellissimi rivestimenti in pietra e in legno trattato, come ad esempio il teak, resistente all’acqua. Qualsiasi materiale scegliate assicuratevi che pavimenti e rivestimenti del vostro bagno siano resistenti ai solventi chimici, all’usura alle macchie e all’abrasione. Un altro aspetto da non sottovalutare, soprattutto per i pavimenti, è quello della scivolosità. Ogni piastrella ha un proprio coefficiente di scivolosità, indicato da una R seguita da numeri in ordine crescente. E’ sempre meglio orientarsi su piastrelle che abbiano un coefficiente R9.

Spazio alla fantasia

Una volta scelte piastrelle e sanitari il lavoro non è ancora finito. Accessori, rubinetterie e complementi dovranno essere scelti con cura per dare al vostro bagno un aspetto omogeneo. Vasi con piante, supplementi d’arredo e biancheria coordinata vi consentiranno poi di cambiare aspetto al vostro bagno ogni volta che lo desiderate.

Ancora indecisi? Affidatevi ai nostri tutor che sapranno consigliarvi la scelta più adatta ai vostri gusti e alle vostre esigenze. Ma non solo. A vostra disposizione anche il nostro servizio di ristrutturazione “chiavi in mano”. Voi scegliete colori e finiture, al resto ci pensiamo noi.

Posted in: